5 cose da tenere a mente quando si lavora con l’alluminio

I progressi nelle tecnologie di produzione e nelle apparecchiature di lavorazione dell’alluminio ne hanno fatto un’alternativa sempre più popolare, soprattutto nelle applicazioni che richiedono un materiale leggero ma durevole e resistente alla corrosione. L’industria dei trasporti ha voluto approfittare di questi vantaggi, ad esempio nelle applicazioni per veicoli ferroviari e fuoristrada. Sebbene le ruote in alluminio siano generalmente molto più costose delle tradizionali ruote in acciaio, la grande riduzione di peso e la durata che offrono le rendono un investimento utile.

Dal punto di vista della rimozione del materiale, l’alluminio è un materiale facile da lavorare. La maggior parte delle attività, come la sbavatura delle fusioni, la preparazione della superficie e la finitura, non richiedono strumenti per soddisfare requisiti specifici. Tuttavia, ci sono un paio di cose che i metalmeccanici devono tenere a mente quando lavorano con l’alluminio per ottimizzare l’efficienza e la sicurezza.

1. L’alluminio è sensibile al surriscaldamento

Quando si lavora con l’alluminio è importante non spingere troppo perché ciò potrebbe causare il surriscaldamento e infine danneggiare il materiale. Detto questo, la maggior parte degli abrasivi standard può essere utilizzata a velocità normali senza prendere ulteriori precauzioni. La velocità dipenderà dalle dimensioni dell’unità, ad esempio, la velocità operativa tipica per un’unità da 6″ è di 10.000 giri/min, mentre per un’unità da 7″ è di 8.500 giri/min.

2. Gli ostacoli possono ritardare il lavoro

La polvere di alluminio prodotta dalla rimozione del materiale può intasare la mola, rendendo il processo inefficiente e macchinoso. Il modo più semplice per affrontare questa situazione è utilizzare spray e cere sul materiale per ridurre la quantità di polvere che entra nella ruota, oltre a far funzionare la macchina a velocità normali.

3. L’importanza di scegliere correttamente gli abrasivi

Vale la pena verificare i requisiti dell’applicazione prima di scegliere un abrasivo. Attualmente, le ruote in ossido di alluminio duro dominano il mercato, ma non sono sempre l’opzione migliore. In alcuni casi, l’uso di una mola più morbida o di una grana al carburo di silicio può fornire risultati migliori.

4. La ventilazione è obbligatoria

La polvere di alluminio, se inalata, rappresenta un grave rischio per la salute, quindi è fondamentale garantire un’adeguata ventilazione prima di iniziare il lavoro. Per questo motivo è obbligatorio adottare precauzioni come l’utilizzo di strumenti in grado di aspirare la polvere o disporre di piani di macinazione ben ventilati quando si lavora con questo tipo di materiale. La polvere di alluminio è anche altamente infiammabile, quindi lavorare in un ambiente privo di polvere è essenziale per ridurre al minimo i rischi di incendio e rispettare le norme di sicurezza.

5. Gli accessori possono ottimizzare l’efficienza

Le leghe di alluminio stanno diventando sempre più popolari per le applicazioni ferroviarie ad alta velocità poiché hanno una densità inferiore (rispetto all’acciaio) ma sono forti, resistenti alla corrosione e hanno un’eccellente formabilità. Queste caratteristiche rendono l’alluminio il materiale ideale per contribuire alla riduzione dei consumi energetici e all’aumento delle capacità di carico, fondamentale per ottimizzare l’efficienza del trasporto merci su treno. (Pol Dunoyer, direttore del Global Business Development di Chicago Pneumatic)

Tenere a mente queste considerazioni aiuterà i metalmeccanici a migliorare la produttività e l’efficienza quando lavorano con l’alluminio.