I migliori caffè del mondo

Non saresti qui se non ti piacesse molto il caffè, moltissimo. E nemmeno noi se non fosse per avervi portato l’elenco definitivo che il titolo di questo articolo promette: quello dei sei migliori caffè del mondo che appartengono alla varietà Arabica. Ricordiamo che a seconda dell’origine della pianta esistono due varietà di caffè, Coffea arabica (caffè Arabica) e Coffea caneophora (caffè Robusta), la prima è la più apprezzata e anche la più costosa. Secondo la storia e l’origine del caffè , queste varietà vengono coltivate sulle pendici dei vulcani e in alta montagna fino a 2.200 metri sul livello del mare e nelle migliori coltivazioni del Centro e Sud America. Andiamo con la classifica!

Caffè indonesiano

Secondo gli esperti, il miglior caffè del mondo è quello prodotto in Indonesia, nello specifico la varietà di caffè Civet, chiamata anche Kopi Luwak (‘caffè zibetto’ tradotto dall’indonesiano). È un caffè molto apprezzato e, infatti, da anni non scende nella classifica come uno dei più pregiati e ricercati del mercato. E cosa lo rende così speciale? Che si ottiene macinando i chicchi di caffè estratti dagli escrementi di un animale, lo zibetto o Luwak.

Secondo gli esperti, la digestione di questo animale conferisce ai chicchi di caffè un aroma davvero unico grazie alla modificazione chimica prodotta dagli enzimi. Non li digerisce, quindi si trovano interi negli escrementi. Successivamente vengono puliti e macinati a mano. Il risultato è una bevanda dal sapore deciso, con acidità media, tocchi aromatici e note molto intense di caramello e cioccolato. Le aspettative di chi lo prova sono molto alte, ovviamente, ancor di più sapendo che il suo prezzo è compreso tra i 100 e i 500 euro al chilogrammo. Tuttavia, non a tutti piace e alcuni lo trovano addirittura troppo forte.

Caffè etiope

Affermare che il caffè etiope è nella classifica dei migliori al mondo non stupisce se vi diciamo che è stato proprio lì, precisamente nella provincia di Kaffa, dove sono state trovate le prime piantagioni di caffè della storia. Secondo gli esperti, il caffè etiope soddisfa condizioni che lo rendono unico in termini di aroma e sapore, e questo grazie al fatto che viene coltivato nelle zone più alte del Paese, dove c’è più umidità e il terreno è più fertile .

 

Le condizioni ambientali che esistono nella culla del caffè rendono questa varietà particolarmente gustosa, ma allo stesso tempo delicata, con note fruttate e speziate, e un’acidità molto equilibrata . Viene coltivato su terreni molto fertili situati ad un’altitudine di 2.000 metri, e con un grado di umidità molto ottimale per la sua crescita. Oltre a tutto questo, non dimentichiamo che il caffè etiope ha un valore culturale e storico unico, poiché lì si trovavano i primi bevitori di caffè al mondo.

 

Blue Mountain Coffee della Giamaica

La nostra prossima tappa è la Giamaica, in particolare le famose Blue Mountains situate ad est del paese caraibico, intorno al Blue Mountain Peak (2.256 m) o Pico Montaña Azul. Qui viene coltivato uno dei migliori caffè al mondo , il caffè Jamaica Blue Mountain (JBM) , che si distingue per avere il sigillo di certificazione protetto a livello mondiale, poiché non tutto il caffè prodotto in Giamaica appartiene a questa esclusiva varietà.

In queste catene montuose la pianta del caffè trova condizioni privilegiate per crescere e acquisire le sue caratteristiche uniche: temperature miti, suolo vulcanico, piogge abbondanti e molta nuvolosità. Tutto questo, aggiunto alla raccolta manuale, alla produzione in piccole quantità e all’utilizzo di fertilizzanti organici al 100%, conferisce a Blue Mountain una qualità premium.

 

Un accurato controllo di qualità è un altro fattore che rende questa varietà una delle più apprezzate al mondo. Una volta che i chicchi sono stati lavorati e sono giunti al loro punto di maturazione “verde”, vengono classificati manualmente per dimensione e forma, selezionando solo i migliori e riservando quelli che presentano qualche difetto per l’uso domestico. Per quanto riguarda il gusto, il caffè Jamaica Blue Mountain è leggero, morbido e con un aroma inconfondibile .

Caffè keniota

Sapevi che, grazie al suo sapore e al suo aroma, il caffè keniota è conosciuto da molti come lo champagne dei caffè? Coltivata sul Monte Kenya, nella regione di Cimazul, questa varietà molto apprezzata cresce ad un’altitudine di 2.000 metri sul livello del mare e su fertili terreni vulcanici, e si dice che sia una delle più esotiche per i suoi profumi e le sue sfumature.

Il clima caldo e umido dovuto alle costanti piogge nella zona fa sì che questa pianta produca frutti di caffè molto aromatici e di alta qualità. Si tratta di una bevanda 100% Arabica, corposa, dal sapore intenso ma gradevole al palato e con un’acidità superiore rispetto alle precedenti che ricordano il vino.

Caffè colombiano

Chi non ha mai sentito dire che il caffè colombiano è il migliore del mondo? Pur non essendo il pioniere nella produzione o esportazione di caffè nel mondo, è vero che la Colombia ha alcune caratteristiche che fanno risaltare il suo caffè tra i migliori al mondo: il suo clima, i suoi sistemi montuosi, la sua produzione manuale, la qualità del chicco, la coltivazione del tanto apprezzato caffè arabica, ecc.

I chicchi di caffè colombiano si caratterizzano per i loro tocchi fruttati e per avere un sapore unico a seconda della zona specifica in cui viene coltivato. Se il caffè colombiano trionfa per qualcosa, non è per la potenza del suo sapore, ma al contrario, perché è una bevanda analcolica, leggermente dolce, delicata, zero amaro e molto versatile quando si tratta di gustarlo al gusto del consumatore.

 

Un altro dei successi per cui è riconosciuto il caffè colombiano è aver reso popolare il consumo di caffè in paesi come gli Stati Uniti e, successivamente, l’Europa. Dalla Colombia furono realizzate importanti campagne che, insieme alla nascita di caffetterie e caffetterie da loro stessi avviate in città come New York, fecero guadagnare fama e riconoscimento al caffè colombiano, venendo così considerato uno dei migliori.

Caffè nicaraguense

Tra l’Oceano Pacifico e i Caraibi troviamo un altro dei migliori caffè del mondo, il caffè del Nicaragua. Si dice che i chicchi che vi si coltivano siano di qualità superiore , soprattutto a causa delle condizioni meteorologiche e del suolo: terreno fertile, raccolti ombreggiati e piogge costanti che forniscono molta umidità alla pianta.

Non dimentichiamo l’importanza dell’altitudine per valutare la qualità premium di questo caffè, poiché viene coltivato ad altitudini comprese tra 1.300 e 1.700 metri, che gli conferiscono la qualifica internazionale “SHG” (Strictly High Grown), una delle più alte.

 

Il chicco di caffè del Nicaragua non si distingue solo per il suo gusto squisito e l’aroma intenso, ma per essere il più grande del mondo, motivo per cui è conosciuto anche come caffè dell’elefante, una singolarità che attira molta attenzione ed è molto apprezzato tra i maggior parte degli intenditori di caffè. Una volta servito, questo drink presenta una leggera acidità, un corpo da medio a leggero e sapori equilibrati che ricordano le noci con sentori di vaniglia.

Se leggete il nostro articolo sull’origine e la storia del caffè, saprete che è la terza bevanda più consumata al mondo dopo l’acqua e il tè , e il secondo prodotto più scambiato a livello internazionale, solo dietro al petrolio. Non sorprende che sempre più persone vogliano saperne di più su questo gioiello gastronomico e che aguzzino i sensi quando si tratta di apprezzare il gusto e l’aroma di un buon caffè. Ora che sai quali sono i migliori chicchi di caffè del mondo, hai il coraggio di provarli? Conoscevi qualcuno di loro?