Importanza di posizionare correttamente il sedile nel kart

L’importanza di posizionare correttamente il sedile nel kart

Nel kart la funzione del sedile non è il comfort, ma quella di ottenere la migliore configurazione del nostro kart.

Il karting è uno sport in cui il peso è determinante, ecco perché l’obiettivo principale di qualsiasi pilota di kart è eliminare tutto il peso superfluo per rimanere il più vicino possibile al minimo specificato nel regolamento, tra i 145 kg della KFJ e i 175 kg della KZ. Ma non si tiene conto solo del peso totale del kart, compreso il peso del pilota, la chiave è nella distribuzione della “massa” totale nel kart, cioè la cosa veramente importante qui è sapere dove si trova la forza del peso agisce e come influisce sulle prestazioni del veicolo. Sapendo questo, non sorprende quanto sia importante il sedile nell’intera equazione di distribuzione del peso nel kart. Detto questo, la decisione su come posizionare il sedile nel kart deve essere presa in base alle variabili che indicano la configurazione migliore.
Quindi, la cosa veramente importante nel karting non è regolare il sedile del pilota per il comfort, ma sapere dove impostare il baricentro: se il pilota è seduto più o meno in alto da terra, o più o meno dietro, essi saranno variabili che condizioneranno dove si trova il baricentro e, quindi, ci avvicineranno o ci allontaneranno dalla configurazione desiderata.

Sedile a fondo piatto vs Sedile a fondo tondo

Prima di continuare, dobbiamo sapere che esistono due tipi di sedili: sedili a fondo piatto e sedili a fondo tondo (vedi immagine in basso a sinistra).

Un sedile a fondo piatto può essere posizionato più in basso rispetto al suolo, il che significa che consente un baricentro più basso, a differenza dei sedili a fondo tondo. Tuttavia, i sedili del kart a fondo piatto sono più scomodi dei sedili del kart a fondo tondo. Quindi è qui che decide il pilota.

In base a cosa scegliere un sedile con base piatta o uno con base tonda?

Comprendere il motivo del design di questi due tipi di basi dei sedili è molto semplice. Non è altro che dare una soluzione ad ogni tipo di pilota.

Come funziona la distribuzione del peso attraverso il sedile nel kart?

Al momento del posizionamento del sedile del nostro kart, possiamo configurarne la posizione in base alle coordinate X e Y, dove X corrisponde all’orizzontale del sedile (avanti/indietro) e Y alla verticale del sedile (alto/basso) rispetto a terra.

Se è la prima volta che ti accingi a posizionare il sedile del tuo kart e non sai come posizionarlo per la migliore distribuzione dei pesi, non lasciarti travolgere perché nel tempo e soprattutto grazie ai test trial-error troverai la configurazione perfetta per il tuo posto. .

È vero che ogni produttore di sedili di solito fornisce una tabella di misure con intervalli di altezza e lunghezza in modo che all’interno dei margini che ti danno, puoi scegliere la migliore configurazione del sedile. Tuttavia, è anche vero che queste misure si basano generalmente su sedili di taglia 2 (MS), che di solito sono di serie con il kart. Quindi, le misure X/Y che il produttore fornisce come riferimento non saranno le stesse per un sedile di taglia XS e un sedile di taglia XL poiché l’altezza e la profondità di ciascun sedile sono diverse. Per questo motivo ti proponiamo due modi diversi per posizionare il tuo sedile del kart.

Sedile go Kart

La distribuzione standard del peso è compresa tra il 55 e il 60% del carico nella parte posteriore e tra il 40 e il 45% nella parte anteriore. Ecco i passaggi da seguire per ottenere la configurazione più accurata per le dimensioni del tuo sedile:

 

  • Distanza del sedile rispetto al tubo del telaio anteriore: Per mantenere il peso entro le proporzioni ideali, dobbiamo iniziare prendendo le prime misurazioni di base. Inizieremo misurando la distanza tra l’angolo sinistro del sedile e il tubo anteriore del telaio, che sarà normalmente tra 58-60 cm. Ripetiamo lo stesso con l’altro angolo della seduta che dovrebbe misurare tra la metà e un centimetro in più, tra 59-61 cm. Sicuramente avrete già scoperto il motivo, ed è che la posizione di guida deve essere un po’ asimmetrica, semplicemente perché bisogna compensare il carico che il kart sopporta sul lato destro a causa del motore.
  • L’angolo di inclinazione del sedile: l’inclinazione del sedile è predeterminata dallo stile del sedile, sebbene possa essere modificata a seconda dell’installazione. All’interno dei vari modelli di sedili di ogni produttore, ci sono, come abbiamo visto, quelli con fondo piatto e quelli con fondo tondo. Ciò è dovuto al fatto che i produttori intendono fornire una soluzione per ogni tipo di pilota e garantire che il peso corporeo sia mantenuto il più basso possibile all’interno del kart in ogni momento.
    Grazie all’inclinazione del sedile, ci assicuriamo che le spalle del pilota rimangano con il corretto angolo di attacco per manovrare efficacemente.
    Continuando con i sedili Tillett come riferimento, sia il modello T10 che il modello T8, si tratta di un sedile che viene fissato a 63 gradi. Questi sedili sono i più utilizzati dai kartisti in genere e junior. sono i migliori per i piloti di kart generali e junior.
    Al contrario, per quei piloti che necessitano di più grip, cioè per KZ, KF e Rotax, un sedile con graduazione di 58 è l’opzione migliore in quanto abbassano il baricentro mantenendo stabile il kart. Nel caso dei sedili Tillett, i modelli T11 e T12 sono quelli che corrispondono a detta graduazione.
  • Altezza del sedile: Per quanto riguarda l’altezza di montaggio del sedile all’interno del kart, daremo due misure, una per quei kartisti che hanno il kart come hobby e una per i conducenti di kart professionisti.
    Se siete nel primo gruppo l’ideale è che il kart sia a filo con il tubo del kart, se invece il sedile che andrete a montare è per un kart e gareggiare, l’ideale è che il sedile sia di 5mm sotto le tubazioni del telaio. Le uniche situazioni in competizione in cui alzeremo la sella oltre i 5 mm, ovvero avvicinandola all’altezza del tubo, saranno in condizioni di bagnato, utilizzando gomme dure, o per un piccolo pilota. Entrambi sono esempi di situazioni in cui potrebbe essere necessario trasferire più peso all’esterno delle gomme e guadagnare più grip.
    Un altro punto di riferimento è la distanza tra l’asse e il bordo superiore del sedile, che varia tra 18,5 e 20 cm. Questa distanza determina l’altezza del sedile+pilota da terra, e, quindi, la posizione del baricentro del veicolo, che a sua volta determinerà come il kart “tiene” sulla pista.
  • Distanza sedile/asse: Prendendo come riferimento il punto di appoggio tra la colonna e il sedile (punto che copre un’area di circa 2 cm circa) misureremo la distanza tra questo punto e l’asse. In questo modo otteniamo molto precisi nel raggiungere la posizione effettiva della schiena del pilota senza essere influenzati dalla forma del sedile o dalla profondità.
    Attualmente la misura media utilizzata dalle squadre da corsa su un kart adulto è di circa 16,5 cm. sebbene possa variare tra 13,5 – 20 cm.

Mettiamo in pratica la teoria del sedile

Come possiamo vedere, il posizionamento del sedile non è qualcosa da prendere alla leggera, perché proprio la posizione del baricentro è lì, nel sedile, e come vedremo ora, la sua posizione avrà un impatto sul comportamento del sedile stesso kart.

Il semplice fatto di fare una curva è determinante per il kart nel suo insieme in quanto la forza centrifuga che si origina dal baricentro ha un raggio lungo quanto la distanza tra il centro stesso ei tubi del telaio. Quella forza centrifuga che si espande lungo il raggio farà flettere più o meno il telaio. Ovviamente la flessione del telaio condizionerà l’elevazione della parte interna del pneumatico posteriore rispetto al suolo e, quindi, quanto grip ha il kart. Come possiamo vederlo dalla sedia è pura scienza.

Abbiamo già visto i riferimenti e le misure consigliate quando abbiamo posizionato il sedile nel nostro kart, ma ciò non significa che non si possa “giocare” con, in fondo le regole ci sono, giusto? Certo, se il tuo obiettivo è continuare a migliorare e crescere nel mondo del kart, non solo metterai alla prova i tuoi limiti, ma metterai alla prova anche le regole, quindi giochiamo:

  • Cosa succede se avanzo la posizione del sedile (Y)?

    La prima misura che andremo ad analizzare è la distanza tra il sedile e il tubo trasversale anteriore per il semplice fatto di modificare la distribuzione dei pesi. In quali casi possiamo trarre vantaggio dallo spostamento in avanti del sedile del kart? In quelle in cui bisogna entrare meglio nelle curve. Spostando il sedile in avanti aumentiamo il peso della massa, che avvantaggia notevolmente le curve. Certo, dobbiamo sapere che ora il posteriore del kart è molto più leggero, quindi attenzione quando freniamo, perché sarà molto meno stabile.

  • Cosa succede se sposto la posizione del sedile (Y) all’indietro?

    Dedurre cosa accadrà in questo caso è abbastanza ovvio, ovvero che avremo meno grip in ingresso di curva come risultato, ma guadagneremo più stabilità in frenata.

  • Cosa succede se cambio la posizione del sedile (X)?

    Variare la posizione del sedile, ovvero spostarlo più da un lato, influirà necessariamente sul lato opposto. Se ruotiamo il sedile a destra, la distribuzione dei pesi cambia, proprio come quando ruotiamo il sedile all’indietro, ma in misura maggiore: l’effetto lungo la curva che è stato descritto sarà più pronunciato. Perché potremmo essere interessati a spostare il sedile a destra? Per abbassare il baricentro.
    Al contrario, se giriamo più a sinistra la sella, quello che otterremo è che il kart si stacchi più facilmente da terra.

Detto questo, la verità è che configurare perfettamente la sella in modo che il kart si comporti come si vuole richiede anni di esperienza e prove, poiché la soluzione ottimale dipende da una combinazione di più elementi che devono essere valutati e calibrati per prevedere esattamente come il kart Avrà. Per questo motivo, ti forniremo alcuni consigli globali che generalmente funzioneranno molto bene per te nei vari casi in cui potresti trovarti:

Posizione del sedile consigliata in ogni circostanza:

  • Se la pista è bagnata (pochissimo grip), alzeremo il sedile .
  • Se la pista ha molta gomma (aderenza alta), abbasseremo il sedile il più possibile.
  • Se abbiamo bisogno che l’ anteriore del kart sia più preciso nella guida, sposteremo il sedile in avanti .
  • Se abbiamo bisogno di maggiore stabilità in fase di frenata del kart, sposteremo il sedile all’indietro.
  • Se la pista del circuito è bagnata, consigliamo sempre al nostro team di allentare le barre di rinforzo del sedile.

È molto bello giocare con la posizione del sedile e altri, però tieni sempre presente che l’importante è che il tuo corpo si adatti bene alla posizione del sedile, perché è inutile spostare il sedile in avanti se ha un impatto negativo sulla tua postura e disagio ti farà perdere la concentrazione e smetterai di “sentire” il sedile kart.