Tutti i segreti per rivestire le pareti con pannelli di legno

C’è un vasto repertorio di idee e materiali per rivestire le pareti di casa tuadalla solita pittura (che resta comunque una grande risorsa) alla carta da parati, passando per ceramiche, fregi, sughero, modanature e, ovviamente, il legno.

Oggi ci concentriamo su quest’ultima opzione per presentarti un rivestimento molto speciale: elegante, decorativo e facile da installare in modo che tu possa farlo da solo.

 

Mille motivi per sceglierli

Sono molti i vantaggi offerti da questo tipo di pannelli se si decide di utilizzarli per decorare le pareti . Innanzitutto, il legno è un materiale autentico e nobile che dona una sensazione di calore difficilmente raggiungibile con qualsiasi altro rivestimento.

Inoltre, i pannelli in legno sono versatili e si adattano a qualsiasi spazio della casa, dal soggiorno alla camera da letto, passando per la camera dei bambini o anche il bagno o la cucina (se si sceglie il materiale giusto).

Un altro vantaggio è che puoi nascondere eventuali danni alle pareti, oltre a migliorare l’isolamento acustico e termico della tua casa.

Echi del passato

Alcuni pannelli in legno che vediamo oggi ci ricordano i rivestimenti murali degli anni 60. Allora si usavano i pannelli per decorare certi spazi, anche se di solito si trattava di pannelli truciolari impiallacciati dall’aspetto un po’ artificiale.

Attualmente disponiamo di pannelli (masselli o impiallacciati) in legno pregiato, di grande bellezza e genuinità. Abbiamo anche alla nostra portata materiali sintetici che imitano l’aspetto del legno con assoluta fedeltà, e che sono una scelta perfetta.

Non tutti sono fregi

La prima cosa che viene in mente quando si parla di rivestimenti murali in legno sono i fregi di doghe disposte a metà altezza. È un’alternativa che, oltre a decorare, protegge le superfici dallo sfregamento e dallo sporco, rendendolo molto adatto alle camerette dei bambini e agli spazi ad alto traffico.

Tuttavia, ci sono molti altri modi per utilizzare il legno per rivestire le pareti. Puoi scegliere diversi formati: pannelli rettangolari, disposizione a spina di pesce delle doghe, motivi geometrici, palillería, ecc. Hai davanti a te un intero universo da scoprire.

Installali tu stesso

Non devi essere un esperto di fai-da-te per installare pannelli di legno sulle pareti. Tutto dipende dal tipo di lavoro che vuoi fare: non è la stessa cosa rivestire una singola parete, o anche solo una sezione, che un’intera stanza, il che implica realizzare fughe più complesse negli angoli, ecc.

Se il progetto è semplice, puoi partire per un’avventura e installare tu stesso i pannelli. Esistono diversi metodi per farlo: incollato, installato su profili metallici o su guide in legno.

Una gamma di opzioni

Questo universo di idee di cui abbiamo parlato nel punto precedente si manifesta in molteplici modi.

– Doghe a maschio e femmina: quelle utilizzate nei fregi verticali a media altezza. Se le metti in orizzontale cambierai la concezione dello spazio. Sono molto facili da installare.

– Pannellato: la parete è ricoperta da pezzi rettangolari o quadrati tra i quali sono visibili le giunzioni.

– Pergolato: il rivestimento in legno è realizzato con listelli sottili.

– Pannelli composti da piccoli pezzi: ottengono una finitura originale e molto dinamica . Sono perfetti per evidenziare una singola parete.

Scommetti sulle tonalità scure

Il legno ci offre un’infinita varietà di finiture, texture e colori tra cui scegliere, a seconda dello spazio e delle nostre preferenze. Se optiamo per quelli dai colori scuri come il wengè o il mogano, aggiungeremo un plus di eleganza all’ambiente.

In ogni caso, è importante considerare le dimensioni della stanza, così come la luce naturale di cui dispone. I legni scuri sono perfetti per spazi luminosi e spaziosi.

Compensa l’effetto complessivo scegliendo elementi di colore chiaro per il resto dell’arredamento. Così il risultato è più equilibrato e si riesce a dare più risalto al rivestimento se possibile.

Inno alla verticalità

Uno dei rivestimenti in legno che più attira la nostra attenzione sono quelli realizzati con il pergolato. In altre parole, pannelli realizzati con stecche strette capaci di ottenere un effetto molto originale.

Grazie a loro le pareti sono stilizzate, si allungano verso il soffitto in un interessante elogio della verticale. Inoltre, la palillería fornisce sollievo e dinamismo.

Se ti piace il risultato, hai la possibilità di scegliere tra diversi tipi di legno: quercia, faggio, noce, ecc. Ci sono pannelli per tutti i gusti (e per tutte le tasche).

Puoi anche scegliere stuzzicadenti realizzati con materiali sintetici adatti per l’installazione in zone umide come cucine e bagni.

Fissaggio con adesivi

Incollare i pannelli in legno direttamente alla parete è la procedura più semplice per installarli. Tieni presente che è un metodo adatto per pezzi non troppo grandi o spessi, altrimenti peseranno troppo.

– Preparare il muro rimuovendo la polvere e l’eventuale sporco. Riempi le crepe con stucco speciale e ripara il danno. Ciò è necessario per migliorare l’adesione dell’adesivo e ottenere risultati migliori.

– Se il tramezzo è grezzo ed è in laterizio o cemento, è opportuno coprirlo con del materiale isolante che protegga i pannelli di legno dall’umidità.

– Misurare i pannelli e tagliarli alla misura appropriata. Sii chiaro come e dove collocherai ciascuno di essi.

– Applicare l’adesivo sul retro dei pannelli o sulla parete. Usa una colla di acetato di polivinile (PVA). Dovrai applicare punti di incollaggio ad una distanza di circa 40 cm.

– Installare il primo pezzo, regolandolo nella giusta posizione, e controllando con la livella che sia perfettamente dritto. Vai a posizionare il resto, assicurandoti che le giunture siano perfette.

Su profili metallici

Questa opzione non richiede di preparare in alcun modo il muro , anche se deve essere pulito e asciutto.

– Iniziare fissando i profili metallici con gli appositi tasselli e viti a seconda del materiale del tramezzo. La profondità sarà in funzione dello spessore dei pannelli.

– Lasciare una distanza tra i profili compresa tra 40 e 60 cm , a seconda dello spessore del rivestimento.

– Fissare i pannelli alla struttura metallica con apposite viti (queste devono essere poste ad una distanza di circa 20 cm).

Su guide in legno

Questa forma di installazione è semplice e appropriata, ad esempio, nel caso in cui le pareti della tua casa non siano completamente lisce, poiché non si noterà nel risultato finale.

– Fissare le guide in legno alla parete con viti e tasselli appositi. Utilizza doghe di pino di circa 40 x 20 mm.

– La distanza alla quale bisogna fissare le guide varia tra 40 e 50 cm, a seconda dello spessore dei pannelli.

– Prendere le misure e tagliare a misura i pannelli.

– Fissarli alle guide in legno con viti o con adesivo specifico.